Pavimenti in resina

I pavimenti in resina grazie alla loro impermeabilità e resistenza vengono utilizzati sempre più come alternativa ai materiali tradizionali. Utili soprattutto negli ambienti umidi, riescono, grazie anche alla facilità di essere lavabili, a garantire un alto livello di igiene.

rivestimento a film (settore alimentare)

Rivestimento a film

Preparata la superficie mediante l’utilizzo di specifici macchinari, si procede con l’applicazione della resina in due o tre mani, a rullo o con airless. Lo spessore del ciclo applicato è di circa 0,250 / 0,400 mm, conferisce al supporto discrete proprietà di resistenza meccanica, chimica e ai frequenti lavaggi. Si possono scegliere diversi tipi di resina (epossidiche in emulsione acquosa o a solvente, poliuretaniche all´acqua o a solvente) da applicare in base ai diversi tipi di sottofondo (CLS; piastrelle; ecc) e alle funzioni che dovrà assolvere. La finitura può essere liscia o antiscivolo, lucida o opaca i colori a scelta su cartella RAL.

Torefil rivestimento a solvente  
Torefil W rivestimento ad acqua  

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Locali con traffico leggero
_ Lavanderie
_ Magazzini

Resina rivestimento autolivellante

Rivestimento autolivellante

I formulati resinosi impiegati per questo tipo di rivestimento sono molteplici e vengono scelti in funzione del tipo di sottofondo e della destinazione d’uso del rivestimento. Il processo esecutivo, lo spessore applicato e l’aspetto estetico sono più o meno simili per ciascun materiale, quello che cambia sono le caratteristiche prestazionali ottenute.

Epomass         autolivellante epossidico  
Torocem         autolivellante epossicementizio  

PRINCIPALI RESINE UTILIZZATE
_ Resina epossidica bicomponente, precolorata precaricata, priva di solvente
_ Resina epossidica a base acquosa
_ Resina poliuretanica
_ Resina poliuretanica, per sistemi antitrauma e anticalpestio
_ Resina metacrilica
_ Resina poliuretano/cemento

PRINCIPALI CAMPI D´APPLICAZIONE:
_ Industria chimica e farmaceutica (camere bianche, locali sterili)
_ Ospedali, sale operatorie, ambulatori, sale di degenza
_ Industria alimentare
_ Ambienti commerciali ad alta intensità di traffico
_ Showroom, negozi, uffici, mense, scuole, asili
_ La versione ANTISTATICA è indicata laddove vengano utilizzati materiali esplosivi, infiammabili, elettronici.

Resina riv. impregnante

Rivestimento impregnante

Viene eseguito direttamente su pavimentazioni industriali in calcestruzzo mediante l’applicazione del prodotto a rullo o con airless, previa accurata pulizia della superficie. Non crea spessore, consolida la superficie rendendola antiusura e antipolvere. I materiali utilizzati possono essere resine epossidiche in emulsione acquosa o metacriliche, a seconda dell’esigenza. La superficie trattata risulta di facile pulizia e con un aspetto satinato in cui si possono evidenziare zone più o meno lucide a causa del diverso assorbimento del pavimento.

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Garage
_ Parcheggi
_ Magazzini
_ Depositi
_ Locali con destinazione d’uso con traffico leggero

_MG_9653

Rivestimento in malta epossidica

Rivestimento epossidico ad alto spessore (7 mm +/- 2) realizzato mediante impasto di resina epossidica e quarzo. È studiato specificatamente per il risanamento di vecchie pavimentazioni, fortemente danneggiate o inquinate, in calcestruzzo o in mattonelle.
La lavorazione mediante malta in “terra umida” permette invece di ottimizzare pendenze e/o recuperare quote importanti. Dopo un’accurata preparazione del sottofondo mediante fresatura/pallinatura ed asportazione delle polveri, viene scelto ed applicato il primer più idoneo alle caratteristiche del supporto per ottimizzare l’adesione del rivestimento anche in presenza di importanti umidità ascendenti o sostanze oleose inquinanti.
Le successive fasi di saturazione e finitura del massetto vengono eseguite con specifici formulati epossidici ad alte prestazioni chimiche e meccaniche.
L’inserimento di inerti a base di carburo di silicio nella granulometria, ottimale alla funzione finale, permette di ottenere diversi gradi di ruvidità ed elevata resistenza all´abrasione.

Torepox mass 608         malta epossidica spessore 6,0 mm  
Torepox mass 808         malta epossidica spessore 8,0 mm  

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Industria chimica (aree di stoccaggio)
_ Industria farmaceutica (aree di stoccaggio)
_ Industria alimentare (aree soggette ad elevate sollecitazioni meccaniche e saltuarie aggressioni di sostanze organiche.
_ Industria meccanica pesante

_MG_9905

Rivestimento metacrilico

Questo tipo di rivestimento è la soluzione migliore per tutti coloro che hanno bisogno di realizzare una nuova pavimentazione in tempi ristretti. Grazie alla sua velocità d’indurimento la superficie risulta carrabile dopo appena 2/4 ore dalla posa in opera, anche a basse temperature (-20 C°). È estremamente resistente a sollecitazioni chimiche e meccaniche, elastico, impermeabile a tutti i liquidi, idoneo in ambienti con presenza d’acqua costante.
La resina metacrilica è un materiale trasparente a basso ingiallimento e l’utilizzo di quarzi ceramizzati, disponibili in diversi colori e granulometrie, conferiscono al rivestimento lo spessore e la colorazione richiesta.

Metacolor 408       rivestimento metacrilico autolivellante spessore 4,0 mm  
Metacolor 608       rivestimento metacrilico a massetto spessore 6,0 mm  

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Industria della carne
_ Industria lattiero casearia
_ Industria enologica e delle bevande
_ Industria dolciaria
_ Celle frigo
_ Settore meccanico
_ Aziende chimico-farmaceutiche
_ Parcheggi
_ Ospedali
_ Zone commerciali e residenziali

Intergomma (resina riv multistrato)(meccanico)

Rivestimento multistrato

È un rivestimento in resina epossidica dalla spessore variabile da 2 a 4 mm in funzione della destinazione d’uso e del tipo di sottofondo. Si procede con la preparazione mediante molatura o pallinatura della superficie, l’applicazione di primer d’ancoraggio e successiva applicazione a spatola del composto epossidico bicomponente con spolvero di quarzo a rifiuto. Quest’ultima operazione viene ripetuta più volte fino ad ottenere lo spessore desiderato. Il risultato ottenuto è un rivestimento dall’aspetto omogeneo, con buona resistenza chimica ed ai frequenti lavaggi e con buoni valori di resistenza meccanica. Il colore può essere scelto sulla cartella colori RAL e la finitura può essere liscia o antiscivolo.

Torepox 150         rivestimento epossidico multistrato spessore 1,5 mm  
Torepox 300         rivestimento epossidico multistrato spessore 3,0 mm  
Torepox 300 W    rivestimento epossidico all’acqua multistrato spessore 3,0 mm  

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Industria meccanica
_ Industria alimentari in genere e chimica
_ Industria tessile e cartaria
_ Industria farmaceutica

Pav. resina rivestimento multistrato ceramizzato

Rivestimento multistrato ceramizzato

Il procedimento di preparazione del sottofondo, lo spessore e il metodo d’applicazione del materiale è lo stesso descritto precedentemente per il rivestimento multistrato. Le caratteristiche che lo contraddistinguono sono il quarzo ceramizzato colorato, utilizzato come spolvero, e la resina epossidica trasparente a basso ingiallimento utilizzata come finitura. Grazie alla possibilità di scegliere fra una infinita combinazione di colori per i quarzi ceramizzati, alla buona resistenza all’usura e a soluzioni acide o basiche diluite, il multistrato ceramizzato è un’ottima alternativa in tutti quegli ambienti dove sono richieste elevate prestazioni unite ad un forte impatto decorativo.

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ Industria meccanica
_ Industria alimentare in genere
_ Industria chimica
_ Industria delle bevande
_ Industria farmaceutica

Resina poliuretano cemento4

Rivestimento poliuretano-cemento

Questa tipologia di rivestimento rappresenta la migliore risposta in termini di prestazioni ai bisogni delle grandi aziende produttive di qualsiasi settore. Si possono realizzare rivestimenti multistrato, autolivellanti o massetti, con spessori variabili da 3 a 12 mm. Al contrario dei tradizionali rivestimenti in resina epossidica o poliuretanica, possono essere posati su pavimenti bagnati, o non ancora stagionati, su sottofondi che presentano umidità di risalita ed in presenza di materiale stoccato (grazie all’assenza di odori ed emissioni).
Le sue caratteristiche principali sono:

  • elevata resistenza meccanica, che consente di resistere al passaggio continuo di carrelli elevatori e transpallet senza deformarsi;
  • resistenza alle alte temperature di esercizio, resistenza all’urto e all’abrasione;
  • resistenza ai lavaggi con lancia a vapore;
  • resistenza elevata alle concentrazioni di acidi organici ed inorganici e soluzioni alcaline.

La finitura superficiale può essere più o meno ruvida in base alla destinazione d’uso della pavimentazione.

Toracem 104         poliuretano/cemento autolivellante spessore 4,0 mm  
Toracem 106        poliuretano /cemento a massetto spessore 6,0 mm  

PRINCIPALI CAMPI D’APPLICAZIONE:
_ La versione antistatica è particolarmente indicata per le zone dove vengono manipolati prodotti esplosivi, infiammabili o elettronici.
_ Industria chimica e farmaceutica soggette a stillicidio costante e versamenti copiosi di svariate sostanze chimiche.
_ Industria alimentari, della lavorazione della carne, della lavorazione del pesce.
_ Celle di congelamento e surgelazione

_MG_9701

Rivestimento decorativo

Si tratta di pavimenti ad alto effetto scenico, con finitura spatolata, adatti per il rivestimento di superfici nell’edilizia civile o commerciale. Si possono eseguire su vecchie pavimentazioni in piastrelle o su battuti di cemento previa accurata preparazione delle superfici, gli spessori applicati variano da 2 a 4 mm in funzione del sottofondo e del tipo di rivestimento scelto. Disponibili in diversi colori, le finiture possono essere lucide o opache, lisce o antiscivolo.
I prodotti utilizzati garantiscono un’ottima resistenza meccanica e chimica nel tempo.

Decorint color   rivestimento autolivellante specifico per commerciale e civile  
Decorint plus     rivestimento spatolato  

Sguscio in resina

Lo sguscio di raccordo fra pavimento e pareti realizzato con resine epossidiche o poliuretaniche è in grado di soddisfare le esigenze di pulizia ed igiene richieste in particolari ambiti come quello sanitario, farmaceutico, alimentare.
Grazie alle caratteristiche di continuità, facilità di pulizia e adesione perfetta alle superfici sia orizzontali che verticali, è la scelta migliore rispetto ad altre soluzioni presenti sul mercato come battiscopa o zoccolature incollate a parete.

MANUTENZIONE E RIPRISTINO

Il tempo, gli agenti atmosferici e l’usura possono causare rotture, distacchi e deformazioni: Tores è la soluzione perfetta per sistemare tutte le imperfezioni e per restaurare il tuo pavimento, sia industriale che civile.

Leggi altro